Inauguriamo il 2024 con aggiornamenti e scambi di informazioni su modi concreti e appropriati di abitare la terra

UN’INIZIATIVA DI BIOUMANESIMO: IL GSA (GRUPPO PER LA SOVRANITA’ ALIMENTARE) DI ARCADEI (FE)


Su questo Pianeta Il destino dell’Uomo non è obbligatoriamente estrarre il massimo profitto dalla vita, soprattutto dalla vita altrui; non è nemmeno obbligatorio andare nello spazio a colonizzare altri pianeti piantando i colori delle proprie bandiere e dei propri eserciti, né manipolare i patrimoni genetici, per esaltare la propria superiorità su altre forme di vita. Non solo non è obbligata, ma questa del dominio dell’uomo sull’uomo e sulla natura è una strada che sempre di più sembra ad un numero crescente di persone un vicolo cieco. È una strada voluta da quell’un per cento dell’umanità che di anno in anno diventa sempre più ricca, potente, mentre il 90 per cento è sempre meno in grado di esercitare una vita piena, dignitosa, autodeterminata. (https://www.oxfamitalia.org/wp-content/uploads/2023/01/Report-OXFAM_La-disuguaglianza-non-conosce-crisi_final.pdf) la disuguaglianza non conosce crisi, anzi è una linea di tendenza in forte sviluppo, voluta dall’alto verso il basso.
Cosa possiamo fare, noi portatori di altri sogni, di altri futuri per la vita dell’Uomo sulla Terra? Noi dal basso verso l’alto? Non credo ci sia una sola via, ognuno ha un proprio libero arbitrio ed una propria scelta, perciò parlo per me. Per me è importante connetterci, fare rete tra amici della Terra, sostenerci o riconoscerci, anche a distanza, anche percorrendo strade diverse o lontane, ma affini nella sostanza. Parlo di un Noi che stiamo andando a vivere in campagna, o che stiamo sperimentando nuovi modi di stare insieme, noi che non ci ritroviamo nelle visioni e negli stili di vita proposti dal sistema o main streem o come lo vogliamo chiamare, realtà mediatica, virtuale, tecnocrazia, noi che ci impegniamo anche nella trasformazione interiore, per dare forza alla nostra visione che detta molto semplicemente è di sviluppo di coscienza umana, pace tra i Terrestri e amore per la Terra, il nostro pianeta Vivente. Tramandare questo sentimento della meraviglia, della bellezza, dell’amore di questa vita sulla Terra, questo è il noi che cerco e che fortunatamente trovo, almeno ogni tanto. Amici della Terra In Sardegna e altrove.
Per questo, per fare rete, voglio brevemente presentarvi Arcadei, una Fondazione sorta da pochi anni a pochi chilometri dalla città di Ferrara. Sono amici cari e sono interessati a scambi culturali, di conoscenza e reciproco sostegno con associazioni affini. Ho soggiornato per circa un mese per due volte presso di loro, in questo ultimo anno. L’associazione ha sede in un Borgo, chiamato Borgo Vivo, un gruppo di 5 edifici circondati da oltre 4 ettari di campagna. La vita dell’associazione si svolge soprattutto nell’edificio principale a due piani. Al primo piano si trovano una scuola parentale e una foresteria, per ospitare amici e amici di amici in visita. Al piano terra ci sono: una cucina, un bar, una zona mensa, un forno, una zona biblioteca-sala riunioni, un’aula di musica, un angolo erboristeria, un punto per la vendita dei prodotti del Borgo e infine un ampio giardino esterno dove al sabato mattina si svolge il mercato del GSA. Il GSA, Gruppo per la Sovranità Alimentare, è uno dei gruppi cardine della vita del Borgo. Raccoglie vari produttori locali ed organizza una raccolta fondi preventiva, ovvero i soci anticipano i soldi per le spese di prodottiagricoli che compreranno nei mesi successivi, questi soldi finiscono in un fondo cassa che i produttori possono utilizzare da subito per le loro attività, mentre i soci potranno comprare i prodotti durante l’arco della stagione, nella misura dei fondi anticipati. Non è necessario anticipare molti soldi, è comunque un atto di fiducia e sostegno da parte di chi compra che viene premiato con sconti sui prodotti.
Ad oggi (gennaio 2024) oltre al GSA ci sono 10 gruppi di lavoro, ma non è sempre stato così, la fondazione Arcadei è stata preparata da vari anni di lavoro, almeno 4. Il primo gruppo di lavoro spontaneo è stato quello che, in risposta alle leggi sulla pandemia, ha avviato una scuola parentale, si tratta di un gruppo di genitori che già stavano riflettendo sulla necessità di creare per sé e i propri figli un futuro diverso. Quasi contemporaneamente alla scuola si sono avviati i lavori dell’orto ed altri lavori agricoli, sia per un desiderio di ritorno alla Terra e presa di distanza dalla vita omologata delle città, sia per un naturale bisogno di indipendenza alimentare ed energetica. Ogni giorno a pranzo per i bambini della scuola e per tutti quelli che stanno lavorando al Borgo, c’è la mensa dove si usano prevalentemente prodotti del borgo e prodotti locali. Sempre più persone si sono avvicinate alla fondazione e in questi anni hanno avuto la possibilità di organizzare altri gruppi di lavoro su temi quali le risorse energetiche e tecnologiche, il benessere personale, la comunicazione, la musica e il teatro, vi sono poi vari gruppi di lavoro su agricoltura e alimentazione, nonché ovviamente pulizia e manutenzione. Il Borgo non è attualmente un eco villaggio, vi sono alcuni residenti stanziali, altri temporanei e moltissimi soci che partecipano alle attività della fondazione, vivono in città e si recano giornalmente/settimanalmente/saltuariamente a Borgo Vivo. Le attività sono tante, concerti, conferenze, pranzi, degustazioni, laboratori. Le relazioni sono umane, e questo è molto bello. Cioè non mancano i conflitti, ma c’è una grande voglia di costruire insieme un luogo che come un Arca conservi: la Persona Umana nella ricerca dello sviluppo personale e nella crescita spirituale. Arcadei nasce per Tutelare l’ESSERE UMANO e i suoi inalienabili diritti naturali.

         Molto di più potrete trovare sul sito: https://arcadei.it.               Invito  infine  chi  legge  a valutare  la possibilità  di  fornire  un piccolo  contributo,  anche simbolico,  di  sottoscrizione per  l’ultima iniziativa lanciata: l’acquisto  di una trebbiatrice,  come inizio di una possibile collaborazione o scambio tra associazioni.

Roberta Rizzati

trebbiatrice per il GSA